Come fare un restyling del proprio sito web

I punti fondamentali prima di cimentarsi in un restyling

Quando un’azienda sceglie di invadere il mercato del web, deve necessariamente appropriarsi di tutti gli strumenti più indicati per rincorrere il successo e per catturare una fetta importante di pubblico. In questo senso, il sito web rappresenta la base da cui partire per ottenere visibilità su Internet e per coinvolgere nel migliore dei modi i propri potenziali clienti. Quello che molti ancora non capiscono, però, è che non basta registrare un dominio, creare un sito e sperare che qualcuno ci atterri sopra per grazia divina. Spesso, infatti, il fallimento di un’attività su Internet dipende da una vetrina aziendale scarna, realizzata con sufficienza e non attenta alle necessità imposte dagli algoritmi di Google. Ed ecco, allora, che si rende necessario fare un restyling del sito web.

La grafica: modernità non significa pesantezza

Spesso capita che chi realizza un sito web aziendale, non avendo una base di conoscenze attuali delle tendenze e dei meccanismi del web, compia il terribile errore di pensare esclusivamente alla pomposità della grafica. Un atteggiamento che causa caricamenti infiniti di immagini, infografiche e video che si attivano in automatico: i browser entrano in crash, gli utenti si innervosiscono, la pagina viene abbandonata in fretta ed il danno economico per l’azienda diventa incalcolabile. Senza considerare, poi, che molte persone oggi navigano da Smartphone, e ovviamente gradiscono poco le pagine che sembrano essere state realizzate per esaurire i loro giga di navigazione. Il consiglio, quando si fa un restyling del sito web, è di realizzare una struttura grafica che sia accattivante ma al tempo stesso semplice, con immagini leggere e video che non si attivino da soli.

La tendenza del material design

Google, com’è ovvio che sia, è stata la prima a porre grande attenzione ad uno stile grafico bello da vedere ma essenziale: è stata proprio l’azienda di Mountain View a lanciare la tendenza del material design. Parliamo di uno stile progettato con una grafica basilare, fatta di forme e di linee, basato su una concezione “flat” delle componenti del sito web: veri e propri blocchi che l’utente può toccare con mano e manipolare come desidera. Se volete portare al livello successivo il restyling del sito web, il consiglio è di installare sul vostro CMS un tema gratuito di material design.

Hai bisogno di un “restyling” del tuo sito web e non sai a chi rivolgerti?
Chiamaci subito allo 0881 205869 ti proporremo la soluzione più pratica, comoda e conveniente.

Grande attenzione agli Smartphone

Come già anticipato, la navigazione da Smartphone e dai principali dispositivi mobile di ultima generazione deve rappresentare una priorità durante il restyling del sito web. In questo senso, avete due opzioni: realizzare una seconda versione del sito progettata esclusivamente per la navigazione da cellulare, oppure creare un unico sito “liquido”, ovvero in grado di adattarsi ai vari device quali Smartphone e Tablet. Anche in questo caso, potrete trovare diversi temi mobile-friendly per CMS quali WordPress e Joomla.

Sito web compatibile su smartphone

29 marzo 2016
× Possiamo aiutarti?
Vai alla barra degli strumenti