Come aggiornare WordPress

Aggiornamento di Wordpress automatico o manuale?

WordPress è un CMS semplice da utilizzare ma, in realtà, molto complesso a livello di codice: proprio per questo motivo, per non mettere a repentaglio il funzionamento del vostro sito web e per migliorarne la sicurezza, è sempre il caso di effettuare l’aggiornamento all’ultima versione disponibile. In questo modo avrete sempre la garanzia della correzione di eventuali bug che, altrimenti, potrebbero causare delle gravi falle particolarmente appetitose per hacker e malintenzionati. Come aggiornare WordPress? Scopriamolo insieme.

Come aggiornare WordPress in automatico?

Dalla versione 2.7, WordPress mette a disposizione una comoda scorciatoia per aggiornare il CMS in automatico: se utilizzate WordPress già da alcune settimane, avrete sicuramente notato il messaggio che, di tanto in tanto, campeggia sulla vostra bacheca e vi invita ad effettuare l’aggiornamento semplicemente cliccando sul pulsante “Aggiorna adesso”. Una volta che avrete selezionato la voce, il CMS vi chiederà anche di aggiornare i plugin (che potrete selezionare voi) e di concludere l’operazione cliccando sul pulsante “Aggiorna ora”. Fatto questo, al termine dell’aggiornamento verrete subito spediti sulla pagina di benvenuto della nuova versione, con tanto di riepilogo delle novità inserite sul CMS.

Alcune considerazioni sull’aggiornamento automatico

Tutto liscio come l’olio? Aspettate ad esultare. Alle volte l’aggiornamento automatico di WordPress presenta qualche problema durante le operazioni: per evitare di perdere dati importanti o di compromettere il vostro sito web, effettuate sempre un backup preventivo prima di procedere alle operazioni di aggiornamento. Se dovessero presentarsi problemi, infatti, con un backup del sito e del database funzionante potrete ripristinare il vostro portale attraverso l’aggiornamento manuale.

Un ulteriore consiglio potrebbe essere il seguente: attendete qualche giorno prima di effettuare l’aggiornamento automatico, dando agli sviluppatori di WordPress il tempo di correggere in corsa eventuali difetti della procedura, che verranno nel mentre segnalati da altri utenti.

Come aggiornare WordPress manualmente?

Aggiornare WordPress manualmente è un’operazione che va condotta in porto con attenzione e senza perdere nemmeno un passaggio. La prima cosa che dovrete fare sarà scaricare la nuova versione di WordPress sempre e solo dal sito ufficiale (www.wordpress.org): fatto questo, scompattate il file sul vostro pc e aprite il vostro client FTP collegandovi al vostro account sull’hosting.

  • Una volta collegati, dovrete accedere alla directory principale del vostro sito web e cancellare tutti i file che iniziano per “wp-“ e che terminano con “.php”.

  • Fatto questo, eliminate anche le directory “wp-includes” e “wp-admin”.

  • Non cancellate mai il file .htaccess, il file wp-config.php ed il file robots.txt. Anche la directory “wp-content” dovrà rimanere immacolata.

  • A questo punto avete due vie a vostra disposizione: fare l’upload di tutto il contenuto della cartella contenente i file della nuova versione di WordPress, oppure caricare solo la cartella wp-admin e wp-includes, ed i file .php. Nel caso sceglieste la via più sbrigativa (la prima), state attentissimi a cliccare su NO tutte le volte che il client FTP vi chiederà se desiderate di sostituire i file.

Quando il client avrà terminato la procedura di installazione, dovrete collegarvi alla pagina wp-admin del vostro sito (esempio: www.sitodiprova.com/wp-admin) e accettare la richiesta di aggiornamento database del browser. Fatto questo, sarete finalmente riusciti ad installare la nuova versione di WordPress.

15 febbraio 2017
Vai alla barra degli strumenti